Trasmissione dati spese sanitarie: l’invio diventa semestrale

Condividi

Con il D.M. 29.01.2021, di cui si attende la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, la Ragioneria Generale dello Stato ha recepito il nuovo termine di trasmissione dei dati delle spese sanitarie relative all’anno 2020, fissato all’8 febbraio con il Provvedimento 22.01.2021, e ha individuato anche nuove scadenze per la trasmissione dei dati delle spese sanitarie 2021 e 2022.

L’attuale formulazione dell’articolo 7 D.M. 19.10.2020 prevede che la trasmissione dei dati delle spese sanitarie debba essere effettuata:

a) entro la fine del mese di gennaio 2021, per le spese sostenute nell’anno 2020;

b) entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021.

Il nuovo decreto, pubblicato sul sito del Sistema Tessera Sanitaria, prevede invece che la trasmissione dei dati debba essere effettuata:

  • entro il 08.02.2021, per le spese sostenute nell’anno 2020,
  • entro il 31.07.2021, per le spese sostenute nel primo semestre dell’anno 2021,
  • entro il 31.01.2022, per le spese sostenute nel secondo semestre dell’anno 2021,
  • entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2022.

Viene inoltre precisato che, per la scadenza della trasmissione dei dati delle spese sanitarie e veterinarie, si fa riferimento alla data del pagamento dell’importo di cui al documento fiscale.

Si chiarisce, in questo caso, un rilevante dubbio, sorto proprio dalla prima formulazione del decreto, che fissava il nuovo termine “entro la fine del mese successivo alla data del documento fiscale, per le spese sostenute dal 1° gennaio 2021”. Il richiamo alla data del documento fiscale, e, successivamente, alle spese sostenute, pareva infatti poco coerente, considerato che, molto spesso, le spese non sono pagate alla data di emissione del documento.

Con specifico riferimento alle spese sanitarie dell’anno 2020, inoltre, vengono fissati dal nuovo decreto i seguenti termini:

  • il 15.02.2021 (termine entro il quale devono essere trasmesse le eventuali correzioni ai dati delle spese effettuate nell’anno 2020),
  • dal 16.02.2021 al 15.03.2021 (periodo entro il quale è possibile esercitare l’opposizione di cui all’articolo 3, comma 4, D.M. 31.07.2015).

Si ricorda, inoltre, che, al ricorrere di determinate condizioni, la trasmissione dei dati al Sistema Tessera Sanitaria consente anche di assolvere agli obblighi di trasmissione telematica dei corrispettivi.

Ai sensi dell’articolo 2, comma 6-quater, D.Lgs. 127/2015, a decorrere dal 1° gennaio 2022, i soggetti tenuti all’invio dei dati al Sistema tessera sanitaria adempiono all’obbligo di trasmissione telematica dei corrispettivi esclusivamente mediante la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati relativi a tutti i corrispettivi giornalieri al Sistema tessera sanitaria.

Il richiamato termine del 1° gennaio 2022 è stato recentemente modificato dall’articolo 3, comma 5, D.L. 183/2020, essendo prima lo stesso individuato nel 1° gennaio 2021.

Il nuovo decreto recepisce quindi il rinvio dell’obbligo di trasmissione al 1° gennaio 2022.

( Articolo di Lucia Recchioni pubblicato su “Euroconference News)

Trasmissione dati spese sanitarie: l’invio diventa semestrale

Rispondi

Torna su