’Amministrazione finanziaria

Notifica accertamenti: la svolta digitale

L’Agenzia si affida alla tecnologia. E lo fa mai come prima

Tempi e regole della nota di variazione

Nota credito senza alcun termine temporale se il mancato pagamento del corrispettivo pattuito fra le parti è causa di risoluzione del contratto

Il bonifico incompleto non preclude il bonus

La non completa compilazione dei bonifici cosiddetti «parlanti» utilizzabili a sostegno della detraibilità delle spese per interventi di ristrutturazione edilizia, non preclude l’ accesso all’ agevolazione purché si attesti, con apposita dichiarazione, che i relativi corrispettivi saranno inclusi in quelli dichiarati dall’ impresa beneficiaria nella determinazione del reddito d’ impresa.

Elevati finanziamenti dei soci in contanti indicatori di evasione fiscale

Un ammontare elevato di finanziamenti dei soci in contanti, congiuntamente ad una contabilità inattendibile, possono costituire un quadro probatorio sufficiente a legittimare l’accertamento analitico-induttivo di maggiori ricavi non dichiarati pari all’ammontare dei finanziamenti stessi.

Il Decreto Rilancio e le novità in materia di Isa

Con l’istituzione degli indici sintetici di affidabilità il legislatore ha voluto favorire l’assolvimento degli obblighi tributari e incentivare l’emersione spontanea di redditi imponibili. In particolare, gli indici sono indicatori che, misurando attraverso un metodo statisticoeconomico, dati e informazioni relativi a più periodi d’imposta, forniscono una sintesi di valori tramite la quale è possibile verificare la […]

La nota di credito sana il doppio invio della fattura elettronica

Per la duplicazione di fatture non scartate dal SdI serve la variazione ex art. 26 del DPR 633/72 Se vengono erroneamente trasmesse al Sistema di Interscambio fatture già inviate ai clienti, in formato cartaceo, in anni precedenti, il cedente o prestatore sarà tenuto ad emettere note di variazione in diminuzione ai sensi dell’art. 26 del […]

Torna su